Spostarsi a Tokyo: consigli pratici

Spostarsi a Tokyo con i mezzi pubblici all’interno della città di Tokyo è più semplice di quanto si pensi: innanzitutto perché le indicazioni delle varie fermate sono precise, numerose e presenti anche in romaji, ovvero nel nostro alfabeto. In secondo luogo il sistema è capillare ed i treni così frequenti, che non vi dovrete preoccupare della tabella degli orari, né di dover fare lunghe camminate prima di trovare una stazione: ci sarà sempre l’ingresso di una stazione nei paraggi, e, una volta giunti al binario, entro qualche minuto arriverà un treno.

Vediamo intanto alcuni consigli pratici da tenere presente nell’utilizzare sia le reti metropolitane, sia le Japan Rail di Tokyo.

Metropolitana di Tokyo

Orari di servizio: indicativamente i mezzi pubblici funzionano dalle 5.30 alle 0.30 con lievi differenze a seconda della linea e dalle fermate che vi servono. In ogni caso, cercate di evitare di dipendere dall’ultimo treno, perché le distanze a Tokyo sono moooolto ampie e quindi potreste rischiare di incorrere in spese ingenti in Taxi per raggiungere il vostro hotel.

Orari di punta: salvo che vogliate provare la famosa “rush hour” per provare l’ebrezza di essere spinti sul treno dai famosi addetti con i guanti bianchi, vi suggerisco di evitare gli orari di punta come la mattina fino alle 8.30 e la sera intorno alle 17.30. In questi orari i treni e le stazioni sono davvero molto gremiti di gente, quindi rischiereste di perdere molto tempo anche solo per brevi spostamenti.

Occhio all’uscita: la maggior parte delle stazioni di Tokyo in cui vi capiterà di transitare è davvero “tentacolare”: le uscite sono molte, contraddistinte da numeri e nomi diversi a loro volta accompagnati dall’indicazione nord, sud, est, ovest. Ciò che non ci si aspetta è l’importanza di scegliere l’uscita giusta. In Italia, tutto sommato, se sbagliamo uscita dobbiamo attraversare una strada in più, fare una camminata e in pochi minuti abbiamo rimediato all’errore. A Tokyo no. Potreste trovarvi dall’altra parte del quartiere, dover rientrare in stazione per evitare di aggirare uno stabile e camminare un quarto d’ora prima di arrivare a destinazione. Quindi se dovete ad esempio raggiungere un hotel, segnatevi l’uscita consigliata. Se dovete raggiungere una destinazione nota, come un centro commerciale, un tempio, un luogo di attrazione turistica controllate bene sui cartelli dallo sfondo giallo presenti in stazione qual è l’uscita consigliata e seguitene pedissequamente le indicazioni. Fidatevi, si risparmia davvero molto tempo. 🙂